Il Corso di Counseling

scuola counseling bergamo

Chi meglio degli allievi del corso triennale di counseling che si sta svolgendo a Bergamo può parlarvi della scuola di Counseling? Eccovi una testimonianza della loro esperienza.

“Ho incontrato persone stimolanti a partire dai docenti, ai miei compagni di corso, ho imparato ad osservare, grazie alla guida di questa scuola di counseling. Mi sono accorta che più osservo senza il bagaglio fastidioso del giudizio più mi “innamoro” delle persone che incontro. Tutto questo mi procura molta gioia.

Quest’anno, mi sono resa conto di aver cambiato la mia qualità energetica. Durante l’anno ci sono state delle resistenze al cambiamento: fatica, conflitti interiori, nervosismi e voglia di mollare. Ma poi, ogni volta che ci incontravamo, il gruppo, gli stimoli degli insegnanti, l’amorevole gentilezza e la mancanza di giudizio da parte di tutti mi hanno dato forza e coraggio per andare avanti e quindi la possibilità di lavorare su me stessa sganciando convinzioni vecchie, migliorando ed acquisendo nuovi contenuti, vissuti sulla pelle e non solo mentalizzati.

Sono consapevole che dovrò affrontare nuove difficoltà, ma se il secondo anno è come il primo, mi sento guidata e sostenuta e questo, per me, è moltissimo. E’ un percorso stupendo che accompagna all’interno di sé, attraverso l’utilizzo di molti strumenti. Ma ciò che lo rende efficace sono le qualità umane: l’assenza di giudizio, compassione, amorevole gentilezza, empatia, accettazione, accoglienza, ecc.

Il lavoro sull’intelligenza emotiva mi ha reso possibile fare ordine riguardo le emozioni che provo, ora capisco in effetti quando le emozioni giocano un ruolo importante sull’andamento della mia vita: emozioni consapevoli, ma soprattutto, ho scoperto la possibilità di vedere quelle che ancora non riconoscevo in me.

Grazie al focusing, altra pratica che mi ha chiarito sulla possibilità di contattare le emozioni e dare loro voce, mi son permessa di stare anche con quelle sgradevoli e di accettarmi anche nei lati scomodi.

Ho scoperto che in ogni mia emozione è nascosto almeno un pensiero che è la chiave di tutta una costruzione comportamentale in relazione agli altri.

Inoltre ho imparato a stare di più nell’ascolto del mio corpo nel suo globale. Corpo non solo a livello fisico e, “meraviglia!”, mi sono accorta che ha risposte immediate e puntuali. Il suo ascolto è molto più efficace anche per l’aiuto all’altro, invece di dire tante parole anche se sono buone e rassicuranti.

Nel complesso mi sento più forte, con la possibilità di camminare con le mie gambe su questa terra, portando e manifestando con un po’ più di serenità i miei contenuti.

Rispetto agli obiettivi e alle motivazioni che mi ero prefissata all’inizio dell’anno iscrivendomi alla scuola di counseling, penso di essere sulla strada giusta e che i passi che sto compiendo sono lenti e più sicuri ma ciò che più conta è che li sto compiendo in maniera consapevole.

Ad oggi sono grata ad Elena che ha fondato questa meravigliosa scuola di counseling.”

Monica