AutoGuarigione

core counseling meditare

 

Ero giovane e meditavo da alcuni anni. Quel giorno stavo partecipando ad un gruppo di meditazione e insegnamenti. Ero seduta sul mio cuscino con gli occhi chiusi e avevo un dolore al rene che mi impediva di rimanere concentrata sul respiro.

Avevo sofferto anni prima di calcoli renali che mi avevano causato una dolorosa colica renale. Probabilmente un calcolo di nuovo si stava facendo sentire e mi disturbava. Sentivo il dolore in un punto preciso dietro la schiena, non era forte ma fastidioso. Decido di concentrare tutta la mia attenzione lì in quel punto anziché sul respiro. Era sicuramente un oggetto di concentrazione facile.

Accade qualcosa che mi sorprende molto. Il dolore si fa più forte e acuto. Ad un certo punto diventa quasi insostenibile. Mi aiuto con il respiro per riuscire a sopportare il malessere costante e sempre più intenso.

Mi fido.

Continuo a respirare e in contatto con questo dolore che urla. Improvvisamente avviene come un’esplosione con un male acuto e subito dopo il dolore scompare completamente. Nella schiena rimane una sensazione di luce e spazio. Sento un grande senso di liberazione, è quasi gioia. Anche il rene sta bene e da allora non ha più avuto alcun sintomo.

Successivamente in bagno mi libero delle scorie. Questo mi conferma che c’era qualcosa di materiale che provocava il fastidio iniziale.

Nessun farmaco, nessun medico, nessun terapeuta! Un miracolo? Come è potuta accadere questa guarigione?

Qui ho imparato a fidarmi del corpo, del suo processo.

Oggi, quando pratico Counseling, posso stare accanto alla sofferenza dell’altro, senza volerla trasformare io a tutti i costi, con fiducia. Molti sorrisi ho visto sui visi di chi ho accompagnato.

Elena Mazzoleni